Percorso diagnostico - terapeutico del paziente con carcinoma tiroideo - ENDOCRINOLOGIA - AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA PISANA

Cerca nel sito 
Vai ai contenuti

Menu principale:

Percorso diagnostico - terapeutico del paziente con carcinoma tiroideo

ATTIVITA' E SERVIZI > Endocrinologia I > DH e Ambulatorio oncologico

Ogni qual volta un nodulo tiroideo viene diagnosticato o sospettato mediante esame citologico del materiale agoaspirato come carcinoma della tiroide, il paziente deve essere trattato con un intervento di tiroidectomia totale associato o meno alla linfoadenectomia a seconda che ci sia evidenza di impegno secondario linfonodale. Nella nostra struttura dopo questo trattamento iniziale e la conferma istologica della presenza di una carcinoma tiroideo (papillare o follicolare) il paziente viene inviato alla attenzione dei medici della sezione oncologica per fare una prima visita di valutazione del tipo tumorale e dello stadio della malattia (1° step).

In questa occasione, dopo un colloquio iniziale atto a ricostruire la storia clinica soprattutto nei casi riferiti da altre sedi e quindi trattati chirurgicamente altrove,  il paziente viene visitato, sottoposto ad una ecografia del collo e ad un prelievo ematico  per valutare lo stato metabolico. In questa occasione viene fatta la programmazione per la terapia radiometabolica con 131-I a scopo ablativo del residuo. Per espletare questa seconda parte, si programma un ricovero presso il Day Hospital Oncologico  di due giorni durante i quali vengono eseguiti accertamenti in collaborazione con la sezione di Medicina Nucleare del nostro Dipartimento atti a valutare sia l'attività captante del residuo tiroideo sia la sua attività funzionale mediante il dosaggio della tireoglobulina sierica che diviene marcatore specifico e sensibile di questa patologia, dopo l'intervento chirurgico. In questa occasione il paziente viene trattato con 131-I e quindi ricoverato in stanza protetta per 1 o 2 giorni a seconda della attività di 131-I somministrata. Successivamente verrà eseguita una scintigrafia totale corporea
(2° step).

Il paziente viene dimesso dal Day hospital oncologico con un appuntamento per eseguire dopo circa 6 mesi un controllo ambulatoriale presso l'ambulatorio oncologico
(3° step): in questa occasione oltre alla visita medica viene eseguito un controllo ecografico del collo e un prelievo ematico in base ai risultati del quale si deciderà il percorso successivo che potrà essere di due tipi. In un primo caso il paziente verrà rivisto dopo ulteriori 6 mesi  al Day hospital oncologico  per eseguire un test di stimolazione con TSH umano ricombinante per tireglobulina. In questa circostanza eseguirà anche esami ematochimici di routine e specifici per la patologia tiroidea. Si dovrà trattenere 5 giorni, durante i quali verranno eseguiti prelievi quotidiani, perché questo è il tempo richiesto perché il test sia informativo (4° step).

In base a questo risultato il paziente potrà essere dichiarato in remissione clincia di malattia oppure avviato ad un nuovo trattamento radiometabolico. Nell'altro caso il paziente viene comunque avviato ad un secondo trattamento radiometabolico
(5 step).


Il nuovo trattamento radiometabolico verrà programmato in accordo tra Day Hospital Oncologico e Medicina Nucleare. Successivamente si ripropone il controllo ambulatoriale dopo ulteriori 6 mesi e si ritorna alla condizione della step 3. L'intero percorso  viene automaticamente programmato con date prefissate e concordate con il paziente.

Il percorso del paziente affetto da carcinoma midollare della tiroide è invece diverso in quanto questa neoplasia non si avvale dei trattamenti radiometabolici. Il paziente viene seguito ambulatoriamente e/o in day hospital a seconda che debba eseguire una semplice visita medica con controllo ecografico del collo e prelievo basale per il dosaggio della calcitonina (che rappresenta il marcatore di questa neoplasia) oppure una stadiazione con esecuzione di TAC total body, scintigrafia ossea, PET etc. Tutti i pazienti con carcinoma midollare della tiroide eseguono un prelievo ematico per l'analisi genetica.
Pazienti più gravi con patologia più aggressiva vengono seguiti dal personale della sezione oncologica in ricovero ordinario presso il reparto di Endocrinologia. Eventuali trattamenti chemioterapici vengono effettuati direttamente durante tali degenze.

Agoaspirato
Agoaspirato
Ecografia tiroidea
Ecografia
Prelievo ematico
Prelievo
Medicina nucleare
 
 
 
Visita oncologica
 
Torna ai contenuti | Torna al menu